MotoriSport

SICILIAinMINI: un colorato corteo di auto ripercorre i tracciati del Rally di Taormina

Ci saranno cinquanta Mini Cooper e ottanta partecipanti

«Cosa posso fare per renderti felice?», «Portami in Sicilia». Il fantasioso dialogo tra due Mini Cooper è il manifesto del “5° Raduno Internazionale di Siciliaorganizzato dal Club SICILIAinMINI che toccherà Savoca e Taormina dal 25 al 27 agosto. Cinquanta Mini Cooper e ottanta partecipanti di ogni età da Malta, Emilia Romagna, Piemonte, Sicilia, Toscana e Veneto invadono la provincia di Messina per una tre giorni di passione, sport e amicizia. La Storia continua: auto storiche e moderne, dal 1959 agli ultimi modelli, saranno protagoniste dell’evento con il desiderio comune di riunire i possessori con l’amore per una vettura che in quasi sessant’anni ha segnato la metamorfosi dei tempi.

SICILIAinMINI – Fotografia di Gerlando Sciortino

Durante la manifestazione (che in senso assoluto è il 49° raduno nella storia del Club), gli equipaggi ripercorreranno i tracciati del Rally di Taormina in una passeggiata turistica e parteciperanno a prove verso destinazioni segrete. «Nei dodici anni di attività di SICILIAinMINI – spiega Davide Seggi, presidente del Club – abbiamo coronato il desiderio promuovere la cultura, i paesaggi e l’enogastronomia della nostra Regione ma dal punto di vista sportivo, recuperando la storia rallistica dell’Isola».

Si inizia venerdì 25 alle 15.00: il lungo e colorato corteo guiderà verso Savoca per visitare uno dei borghi più belli d’Italia, set de Il Padrino.

Sabato 26 sarà dato il via alla prova di regolarità che da Acireale porterà a una meta conosciuta solo allo staff attraverso i paesini e i tracciati del Rally di Taormina: tra le strade che si inerpicano dal mare ai monti, gli equipaggi parteciperanno a una gara “di precisione” a tempo in cui non vince il più veloce ma chi “timbra” la tabella di marcia al controllo orario nel tempo stabilito dagli organizzatori.

Domenica 27, infine, le auto raggiungeranno Taormina per la visita del centro storico e la conclusione.

«Tutto lo staff è composto da volontari – afferma Manlio Mancuso, responsabile dei tracciati – e mette a disposizione il proprio tempo libero. Ognuno ha un compito e non ci sono prove generali. Se l’evento è riuscito lo si vede solo alla fine, negli occhi dei partecipanti».

Nelle edizioni passate, SICILIAinMINI ha percorso i tracciati della Targa Florio con la partecipazione di Nino Vaccarella, pluricampione siciliano, il Maremonti in provincia di Siracusa e ha invaso Catania, Palermo, Agrigento, Modica e Ragusa.

 

L’associazione

SICILIAinMINI è un’associazione sportiva senza scopo di lucro attiva nell’isola dal 2006. Il Club include i diversi modelli storici del marchio inglese, dalla Mini Minor Classic del 1959 alla BMW Mini e conta oltre 500 iscritti di un’età compresa tra 18 e 70 anni. Nel corso della sua storia il Club ha organizzato 49 raduni in tutte le province siciliane, con una partecipazione complessiva di 1.000 equipaggi e circa 2.300 partecipanti, confermandosi come primo Club in Italia per numero di eventi. Nel 2016 il Club ha avuto l’onore di ospitare il pluricampione Nino Vaccarella e ha dato il via alla simulazione del tracciato della Targa Florio grazie all’apertura esclusiva di Floriopoli.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Close