CinemaCulturaLifeStyleNews in evidenza

Baby Driver. Divertente e potente

L'action movie di Edgar Wright a ritmo di musica

Edgar Wright torna alla regia dopo quattro anni, e firma – scrive e dirige – la pellicola Baby Driver, un film interessante e scatenato.

Baby Driver vanta un ricco cast: Ansel Elgort, Jon Bernthal, Jamie Foxx, Kevin Spacey, Lily James, Jon Hamm, Gonzalez.

Accolto con successo alla presentazione, il film è uscito nelle sale italiane da poco e già è in vetta al botteghino.
Un action movie che vede il protagonista Baby, Ansel Elgort della serie di Divergent, nei panni di un giovane asso del volante al soldo della mala, che ha il segreto della sua guida velocissima e spericolata nella musica che ascolta sempre. Sul suo viso delle cicatrici, segni di un incidente, lui giovanissimo, Baby, ha sempre occhiali scuri, auricolari sempre ben infilati nelle orecchie, un portamento così cool da ricordare Steve McQueen, una fluidità di movimento nel ballo da ricordare Gene Kelly, e quel suo non parlare troppo che lo rende misterioso e interessante.

Baby per sopravvivere ai ricordi, ai traumi e all’acufene taglia fuori tutto e tutti e vive a ritmo di musica, spaziando da generi diversi e anni lontani nel tempo: come brani di Jon Spencer Blues Explosion, Beach Boys, The Damned, Beck, Martha and the Vandellas, Blur, Queen, Sky Ferreira, Barry White. Brani che si alternano e si incastrano perfettamente con le sgommate, gli stridii, i tagli di inquadratura sul dettaglio del cambio e del volante, le auto che saltano per aria al rallentatore e le fughe contromano.

Ed è qui che si concentra tutta la potenza del film. La colonna sonora non è più un accompagnamento, un commento, non è più in sottofondo per venire fuori e sottolineare alcuni momenti salienti. In Baby Driver la musica è protagonista emotiva, sentimenti e razionale del film, tanto quanto le immagini.

Com ha dichiarato il regista Edgar, “Baby è un action movie guidato dalla musica ” e ancora ” la musica è fondamentale: come motore della storia e ritmo di tutte le performance“.

Ma allo stesso tempo Baby Driver non si può definire come un musical, segue la scia del successo di La La Land, ma lo accoppia alle action movie, con un stile divertente tipico della commedia, con un tocco di romanticismo senza fronzoli. Un equilibrio perfetto tra inseguimenti spettacolari e pieni di adrenalina, passeggiate tranquille sempre a suon di musica, piani sequenza incredibili – imperdibili i primi sei minuti del film – e una colonna sonora da urlo!

Trailer Baby Driver – Il genio della fuga 

Trama: un giovane pilota si presta a fughe criminali, affidandosi nella guida al ritmo incalzante della sua musica preferita, per essere il migliore nel campo. Costretto a lavorare per un boss, metterà a rischio la vita, la libertà ed il suo amore a causa di una rapina destinata al fallimento.

 

Tags
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Close