CronacheMafiaNewsNews in evidenza

Arrestato esponente del clan Pillera-Puntina, proprietario della discoteca Empire

Catania-La Polizia di Stato ha tratto in arresto il pregiudicato Ieni Giacomo Maurizio , classe 1957, inteso “Nucciu ‘u mattuffu” e Bonfiglio Giacomo Mario Davide, classe 1983, anche lui pregiudicato, in quanto ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di resistenza a P.U., danneggiamento aggravato e lesioni.

Nel pomeriggio di sabato 31 ottobre scorso, personale di questa Squadra Mobile, mentre transitava lungo via Umberto, notava un’autovettura Nissan Qashqai sulla quale viaggiava, seduto lato passeggero, Ieni Giacomo Maurizio, esponente dell’organizzazione mafiosa Pillera – Puntina, destinatario della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di Soggiorno nel comune di residenza ancora da notificare.

I componenti dell’equipaggio, dopo essersi qualificati, intimavano agli occupanti della Nissan Qashqai  di fermarsi, ma questi acceleravano repentinamente la marcia dandosi alla fuga. Dopo un lungo inseguimento, percorrendo più strade cittadine e mettendo seriamente a repentaglio l’incolumità di automobilisti e pedoni, i fuggitivi venivano raggiunti in piazza Verga, luogo in cui urtavano violentemente  l’auto con colori di serie ma venivano costretti a fermarsi. Ieni Giacomo Maurizio, sceso dal mezzo, tentava la fuga appiedato lungo Corso Italia ma veniva fermato ed accompagnato unitamente a Bonfiglio presso gli Uffici della Squadra Mobile.

Un operatore di Polizia, a causa delle ferite riportate a seguito dell’urto, veniva condotto presso l’Ospedale Garibaldi, dove i sanitari riscontravano una frattura alla mano.

Come si ricorderà, il decorso 15 ottobre, la Divisione Anticrimine della Questura aveva dato esecuzione al decreto di sequestro e confisca, emesso in data 1.10.2015 dal Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione – nei confronti del predetto Ieni Giacomo Maurizio, con il quale è stato disposto il sequestro e la confisca di due beni immobili, due imprese individuali, diversi rapporti bancari intestati all’interessato, nonché la discoteca Empireper un valore complessivo di euro 4.000.000,00.

Con il medesimo decreto era stata disposta a carico di Ieni la misura dei prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per la durata di anni tre e mesi sei che non era stata notificata perché il predetto non era stato rintracciato.

Espletate le formalità di rito, gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Catania “piazza Lanza” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close