Biagio Finocchiaro

Potete pure evitare di leggerlo. Nulla di eccezionale. Credetemi. Tanto scrive quando vuole, di ciò che vuole e soprattuto se vuole... Al massimo un pizzico di azzeccato sarcasmo e qualche discreta invettiva, molto buon disordine, svogliatezza, prolissità patologica, ingenuità congenita. Nulla più di una mosca che si schianta e si rischianta contro un vetro. Nulla più di un cazzo confuso.
Close