Politica

Acireale: colpo di scena durante il consiglio per l’approvazione del bilancio

Forza Italia attacca l’amministrazione sulla trasparenza delle partecipate e la maggioranza perde un capogruppo.

stefanno pennisi« […] l’organo di revisione ha accertato che l’ente registra delle difficoltà nel reperimento dei dati relativi agli organi partecipati. E allora siccome in commissione abbiamo avuto, più o meno, lo stesso problema chiedevo al Presidente per quali organismi partecipati ha avuto difficoltà nel reperimento dei dati. Grazie » – è con questa osservazione che il Capogruppo di Forza Italia  Stefano Pennisi ha introdotto quello che sarebbe stato il leitmotiv del consiglio comunale avente ad oggetto il  rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2016: la trasparenza.

La risposta del presidente del collegio dei  revisori dei conti Dott. Marino ha fatto trapelare che realmente esiste qualche problema che si protrae dal bilancio 2015:

«Le difficoltà riscontrate non sono riconducibili ad un singolo ente partecipato, ma le difficoltà stanno nel fatto che questi enti erano abituati a trattare i documenti da inviare all’ente diciamo in maniera un pò più “rilassata” e non con cadenza annuale precisa. Allora noi abbiamo inserito già questa considerazione l’anno scorso nel bilancio 2015 perché la legge ci impone con il 2016 di presentare il bilancio consolidato. […] Un pò tutte non sono in linea con la tempistica […] »

Per rispondere a tali considerazioni è intervenuto il Sindaco di Acireale Roberto Barbagallo che ha minimizzato la problematica dichiarando testualmente

«[…] Ad eccezione della Fondazione Bellini […] tutti gli altri bilanci si trovano, comunque, nei siti istituzionali […] Basta cliccare sul link ed andare a verificare perché è obbligatorio per la trasparenza. Quindi i bilanci delle partecipate sono tutte assolutamente inserite nei propri siti. Proprio per la legge sulla trasparenza.»

Dunque, secondo quanto dichiarato dal Sindaco di Acireale, non dovrebbe esserci alcuna difficoltà se non la ricerca del sito istituzionale e del link relativo al bilancio. Ed allora da dove deriverebbero le difficoltà dei revisori e della “commissione al bilancio”?

Il consiglio sul punto non è riuscito a dare  risposte chiare e puntuali , ma la vexata quaestio della trasparenza è stata superata agevolmente dalla compattezza della maggioranza che ha reso vana la questione pregiudiziale posta dal gruppo di Forza Italia e che ha permesso l’approvazione del bilancio consuntivo con ampio distacco: 14 voti favorevoli e 3 contrari.

Il vero colpo di scena è avvenuto, però, alla fine del consiglio comunale.

orazio frizzi«[…] Ci tengo, qualora fosse necessario, a scusarmi con la città per il ritardo di ieri, perché non ero presente, ma di sicuro non ero al mare. Mentre, invece, di qualcun altro non lo posso dire perché oggi che si vota il rendiconto io sono qui e i miei colleghi di maggioranza sono qui. Per cui questo tentativo basso di far passare una maggioranza spaccata e assente viene rispedito al mittente per intero […] » – con questa dichiarazione il consigliere Orazio Frizzi del gruppo Cambiamo Acireale ha si stigmatizzato le voci di spaccatura della maggioranza consiliare,  che si rincorrono da tempo, però, suo malgrado, ha dato vita involontariamente ad una scena surreale. Difatti pochi minuti  dopo il suo intervento  il collega di maggioranza  Luciano Scalia, emozionato, ha dichiarato:

luciano scalia« […] Nell’ultimo anno amministrativo ho potuto notare come questa maggioranza non goda più della stima di tantissimi cittadini acesi comprese quelle classi sociali che oggi sono in sofferenza a causa di una crisi economica nazionale. Sono stato attento all’evolversi dell’attività amministrativa. Pur non condividendo a volte scelte importanti ho sempre sostenuto la mia amministrazione per dovere politico convincendomi che non si può essere sempre innamorato delle proprie idee.  […]  Considerato che dopo aver percepito la non poca confusione che si è venuta a creare nelle file della maggioranza che spesse volte non coordinandoci arrivando in aula consiliare disarmati. Considerato che tutti quegli attacchi di chi si dichiara componente della maggioranza, ma di fatto senza rispettare le gerarchie istituzionali e la persona. Considerati  che tanti sono stati i campanelli di allarme e non per ultima la mia richiesta di verifica della maggioranza. Considerato che la stessa richiesta non sia stata mai presa in considerazione nel ringraziare la mia famiglia che mi ha sempre sostenuto nelle mie scelte e i miei elettori, i miei amici, quelli con la A maiscuola, e ribadendomi la loro fiducia,

rimetto nelle mani del Sindaco della città di Acireale Ing. Roberto Barbagallo le miei dimissioni da capogruppo del gruppo consiliare I popolari per Acireale e da consigliere delegato per le feste di Santa Venera e San Sebastiano,

rimanendo sempre devoto a disposizione delle stesse feste cittadine, ed infine mi autosospendo dal gruppo consiliare I popolari per Acireale scusandomi con lo stesso per la mia scelta, ma in ogni caso sarò sempre disponibile qualora me lo chiedesse. Preciso che rimanendo consigliere comunale fino alla fine del mio mandato amministrativo supporterò l’amministrazione Barbagallo nelle scelte deliberative qualora servissero solo per il bene della città.
[…]»

Sembrano, dunque, aprirsi a pochi mesi dalle elezioni regionali siciliane nuovi scenari politici per il Comune di Acireale. Solamente l’avvicinarsi della competizione elettorale potrà rendere netti i contorni della  maggioranza consiliare e farci scoprire quali sono ad oggi i reali equilibri politici della città dei cento campanili.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Articoli Correlati

Close