GiudiziariaNews in evidenza

Concorso in corruzione: Crocetta indagato

Anche il governatore siciliano Rosario Crocetta risulta indagato nell’inchiesta che ha coinvolto l’armatore Ettore Morace.

Soldi per il suo movimento politico in cambio del prolungamento del contratto di servizio della Liberty Lines. Ecco l’accusa contestata al governatore Rosario Crocetta che ha ricevuto un avviso di garanzia.

Dall’armatore Ettore Morace il presidente della Regione avrebbe ricevuto la promessa di un sostegno economico per il movimento politico di Crocetta che dopo avere fondato il “Megafono” ha dato vita a “Riparte Sicilia”. Si tratterebbe di alcune migliaia di euro. Il capitolo sul governatore resta blindatissimo.

“Sono molto sereno e se ci dovesse essere un invito a comparire che non ho ricevuto perché sono in viaggio sarò lieto di riferire ai magistrati notizie utili alle indagini”, dice il presidente della Regione.

Nell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice per le indagini preliminari, Marco Gaeta, Crocetta è citato 19 volte ma mai nella vesti esplicite di indagato. Segno che evidentemente l’inchiesta a carico del governatore fa parte di una diversa costola d’indagine, rispetto a quella che oggi ha portato all’arresto di Morace e Fazio. A pagina 203 dell’ordinanza, però, a fare il nome di Crocetta è lo stesso armatore in una conversazione con Marcello Di Caterina, già deputato nazionale del Pdl e collaboratore dell’ex ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi.

“Crocetta farebbe bene a dimettersi”, commentano invece i deputati siciliani del Movimento 5 Stelle

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Close