InchiesteNewsNews in evidenza

Il reclutatore di escort

annuncio-senza-numero

 

 

 

 

 

Affisso sulla bacheca della facoltà di scienze politiche a Catania c’è un annuncio dal titolo “offerta di lavoro per giovani studentesse“. Guadagno assicurato se hai da 23 a 34 anni. Uomo d’affari offre compenso, in contanti, da 500 a 1.000 euro per sole due ore di lavoro. Sono richiesti buona conoscenza dell’inglese e passaporto in corso di validità.

Come da istruzioni invio un sms scrivendo di essere interessata all’offerta di lavoro. Dopo meno di un’ora ricevo una chiamata e fissiamo un appuntamento per l’indomani, un “reclutatore” mi deve conoscere per appurare se ho le caratteristiche.

Il giorno dopo ricevo un messaggio: la persona che devo incontrare ha troppi appuntamenti, il nostro deve slittare al pomeriggio. Io non posso. Al telefono quando gli chiedo di rinviare ad altra data è infastidito «Signorina non è lei a decidere – dice stizzito – siamo noi. Io ho tantissimi incontri da fare e vado di fretta» parla solo al plurale.
Sono costretta a pregarlo per concedermi un’altra possibilità, non senza difficoltà riesco a convincerlo «lei sembra una persona distinta e con una certa classe, le faccio questa concessione solo per questo».

Ci incontreremo in un bar, mi dà facolta di scegliere tra tre opzioni. Gli chiedo come lo riconoscerò, mi risponde che indosserà bermuda a fiori, una t-shirt ricordo dei Caraibi ed una borsa da lavoro.

Sabato mattina l’uomo è puntuale come un orologio svizzero è vestito esattamente come aveva annunciato. Ha un fare sbrigativo. Ci sediamo perchè avverte il mio imbarazzo, ho due microcamere puntate su di lui e temo che possa scoprirmi. L’incontro dura circa 30 minuti e fatico non poco a superare la sua prova soprattutto perchè il reclutatore mi rivolge tantissime domande sulla mia vita privata che possono anche farmi scoprire. Che lavoro faccio, dove ho letto l’annuncio, se sono libera e disponibile, se ho fatto viaggi, quali quartieri di Londra conosco, se conosco le colonne sonore di certi film, se suono degli strumenti musicali.

Del video che pubblico qui riporto soltanto le parti che asseriscono i particolari dell’affare che stiamo discutendo. Lui cerca giovani donne per due ore di lavoro che facciano l’amore con un ricco uomo d’affari.

Quasi sicuramente ci sarà un solo incontro a meno che io non sia brava ad essecondare le richieste che mi vengono fatte. «Lei è di gradimento – dice senza mai darmi del tu – l’importante è entrare nel mood, nello stato d’animo giusto. Io le consegnerò una busta con delle indicazioni sull’incontro. Lei la guardi attentamente e studi i video che vengono suggeriti. Poi, se vuole, ne discutiamo, se ha dei dubbi non si preoccupi. Dopo aver letto stabiliremo insieme il compenso».

Il reclutatore di giovani escort mi disegna un quadro di lusso: dice di avere la disponibilità di appartamenti e quando gli chiedo di sbrigare la faccenda in albergo mi dice che la cosa, anche se non è la più preferibile, è fattibile «Albergo a 5 stelle, la prenotazione sarà fatta a suo nome, lei arriva prima, si mette comoda, fà una doccia, poi arriva lui». Mi parla di tantissimi soldi.

Poi mi chiede che disponbilità di orari ho. L’uomo facoltoso che rappresenta preferisce il pomeriggio e mai il mattino. Le sera fino alle 22.00.

Se riesco a coivolgere altre ragazze avrò una percentuale.

«Lei è in ottime mani» mi dice poi mi congeda non prima di avermi avvertito «C’è scritto ma glielo dico fin d’ora, la ragazza deve essere al naturale: niente trucchi, solo smalto trasparente, non metta rossetti colorati». Ci lasciamo, sarò io a richiamarlo per fargli la mia offerta economica, una volta lette le richieste.

La busta chiusa che mi consegna contiene 4 fogli, per lo più si tratta di un elenco di film da vedere su internet con specificato l’indirizzo dove trovarli ed il minutaggio esatto da visionare. Si tratta di vecchi film porno.

IMG_2640

 

 

 

 

 

 

Poi c’è una lista di richieste specifiche molto dettagliate: strip – tease e come usare le mani e le dita per farlo, quali punti toccare e quali parole proferire ed in che tono. Il ritmo da seguire.

Richiamo il reclutatore e chiedo 1.000 euro per il rapporto completo. Mi dice che è fattibile e che mi farà sapere. Mi richiama dopo due ore «Abbiamo accettato. Lei è sicura di poter fare tutto?» io gli rispondo che sì, posso.

Il reclutatore annuisce al telefono, mi richiamerà lui per fissare la data dell’incontro e per riferirmi “tutti i particolari logistici”.

Il giorno dopo mi chiama ancora, ha da farmi una nuova offerta «la persona che rappresento sarà a Catania fra 10 giorni, nel frattempo le offro di guadagnare altre 500 euro. Dovrà sperimentare con me un’ora alla metà del prezzo. Le darebbe fastidio? In fondo guadagna di più e con me dovrà sostenere solo 1 ora.»

Gli rispondo che lo richiamerò per dargli conferma e non ci sentiamo più.

[il video è stato realizzato con la collaborazione di Indagatu Negozio]

[youtube url=https://www.youtube.com/watch?v=2uJWmKS6A7o]

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

Mantide religiosa la sua presenza preannuncia la carestia… 14 anni di giornalismo, ma ci tiene a precisare che è molto giovane. Fuma come il comignolo di una ciminiera eppur si vanta di non puzzare ma di odorare di Arancio Amaro. Porta la mini (perché pensa di avere delle belle gambe) anche quando inforca il suo ipad ed insegue un intervistato. È l’incubo di almeno due presidenti della regione siciliana eppure i gossip le affibbiano una insana passione per uno di essi che lei non smentisce. Una penna sulla destra ed un biberon sulla sinistra; digita sulla tastiera e cerca di cambiar pannolini (l’impresa non sempre le riesce bene). Ama la satira, monta video da gran maestro e a furia di schezarci sopra si è beccata almeno 10 querele e 3 rinvii a giudizio. Ai suoi lettori chiede, qualora finisse in carcere, di portarle sigarette, sushi e sangele. Laureata in scienze giuridiche ha presentato una tesi in diritto ecclesiastico sui pax ed il suo relatore per protesta ha preferito non presentarsi alla discussione.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close