LifeStyleNews in evidenza

Il vostro cane muore? Ecco dove “seppellirlo” in provincia di Catania

La morte del cane è una tragedia.

Tutti quanti noi ci affezioniamo al nostro cane (o altro animale domestico) e quando viene il suo momento non vorremmo disfarcene.

A Giarre esiste un’attività commerciale che ha come mission quella di dare alla morte degli animali domestici la giusta dignità e il giusto valore.

Nello specifico, “L’ultima coccola”, questo il nome dell’attività presa in considerazione, si occupa di:

  • Ritirare le salme dei nostri amici animali con un servizio sempre attivo;
  • Organizzare riti funebri, ovvero cremare le salme degli animali. Dopo la cremazione,  il padrone  può: seppellire le ceneri, inserirle in un’urna o disperderle;
  • Vendere articoli funerari come lapidi, urne, cofanetti ecc…

Inoltre l’azienda si occupa anche di questioni burocratiche, come la cancellazione del cane dall’anagrafe canina, o la creazione del certificato veterinario attestante il decesso.

Ma “L’ultima coccola” non è l’unica azienda che si occupa di riti funebri per cani e gatti: a Motta Sant’Anastasia  c’è “Cremadog”. I servizi sono sempre gli stessi: trasporto, rito funebre e “personalizzazione” del rito funebre.

Quello che abbiamo detto può sembrare superfluo in un’epoca di crisi come quella odierna, eppure la cremazione è obbligatoria:

La legge, infatti, impone l’obbligo di provvedere alla sistemazione definitiva del corpo dell’animale deceduto, vietandone l’abbandono, lo scarico o l’eliminazione incontrollata (in Italia, questa violazione è punita ai sensi del D.Lgs. n. 36/2005, art. 4, che prevede una sanzione amministrativa che può arrivare fino a € 28.000,00). L’attuale normativa di riferimento italiana (regolamento CE 1069/2009) definisce i nostri “amici” dei sottoprodotti di origine animale da gestire e smaltire come rifiuti, mediante incenerimenti collettivi che assemblano parti di varia natura. I proprietari a volte non ne sono consapevoli e spesso contravvengono alla legge ricorrendo al sotterramento.

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close