FoodLifeStyleNews in evidenza

Per Pasqua: pasta all’uovo

Il pranzo di Pasqua è sempre un’ incognita sino al giorno prima. Tra parenti che partono, amici che arrivano, il meteo che se buono ti fa sognare un pranzo in terrazza o in giardino, ma con il piano B -dentro come sempre- da pianificare lo stesso.

E tra decorazioni e imprevisti arriva il momento di decidere il menù. A mio avviso ogni periodo ha il suo colore, anche per la tavola, anche per il menù, che deve essere in armonia per gusto sapore e cromia.

Questa volta ho deciso di optare per la semplicità, per poter dedicare del tempo al relax, ai risvegli lenti, alle colazioni fatte con torte alle fragole e cioccolata fondente, una tovaglia bianca, dei coniglietti per il centro tavola e per strappare un sorriso ai bambini.

E allora ecco che la pasta all’uovo evoca il ricordo delle tradizioni, quando le donne di casa si riunivano e preparavano la pasta fresca in casa, pasta all’uovo, semplice e buonissima.

Potete optare per pasta all’uovo fresca fatta da voi -un valore aggiunto che sarà gradito dai commensali- o usare quella in commercio pratica e altrettanto buona. Per il condimento anche qui vince la semplicità, oltre al classico con asparagi o con crema di ricotta e spinaci, vi suggerisco burro e salvia e una spolverata di parmigiano e bon appetit.

Un piatto semplice, a prova di qualunque cuoco alle prime armi!

Ingredienti:
250 gr di tagliatelle all’uovo
burro
salvia fresca e secca in foglie
noce moscata
parmigiano

Portate ad ebollizione l’acqua di cottura, salando alla fine, e mettendo il coperchio alla pentola. In un pentolino antiaderente fate sciogliere il burro, fino a renderlo liquido, aggiungete della noce moscata, le foglie secche di salvia e quelle fresche intere -da togliere a fine cottura e usare per decorare-, lasciate insaporire e spegnete il fuoco. Nel frattempo aggiungete i nidi di tagliatelle all’uovo e lasciate cuocere per 6 minuti. Appena cotte prendetele delicatamente con la schiumarola, e adagiatele in una padella abbastanza grande per contenerle, versate il burro fuso con la salvia e amalgamante con cura, se necessario aggiungete uno o due mestoli di acqua di cottura.

Servite con foglioline di salvia fritta e un pizzico di pepe e una spolverata di parmigiano, un bicchiere di bollicine fredde e tanti auguri a tutti voi!

Le foto del piatto finale non sono arrivata a scattarle, la fame era troppa. Le immagini indicative sono prese dal web

Tags
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Close