FoodLifeStyleNews in evidenza

Polpette al sugo: un grande classico

Ci sono ricette che ti portano indietro nei ricordi, altra che si tramando in famiglia nel rispetto delle tradizioni, altre che sono il confort food su cui ripiegare nelle giornate difficili.

Le polpette al sugo hanno tutte queste caratteristiche e molto di più, sono un grande classico che non stanca mai e che conquista tutti, sempre!

Ingredienti:
400 gr di macinato di vitella o di vitellone
500 gr di polpa di pomodoro
2 uova
60 gr di parmigiano reggiano grattugiato
4 fette di pancarrè
100 ml di latte
1 burrata, o mozzarella, o formaggio filante
2 spicchi d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo o basilico
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
sale
pepe

Prendete una ciotola e iniziate spezzettando il pancarrè -privato dei bordi- e versate il latte, fatelo ammorbidire. Lasciatelo dentro per una decina di minuti. Successivamente strizzatelo molto bene, mettetelo in un ciotola capiente e  aggiungete la carne macinata, amalgamate il tutto con le mani aggiungendo le due uova, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo o il basilico tritato finemente, sale e pepe.

L’impasto dovrà avere una certa compattezza e consistenza: senza risultare troppo morbido altrimenti le polpette in cottura si apriranno, ne troppo duro e asciutto. La prova del nove per capire se la consistenza è giusta consiste nel prendere l’impasto in una mano e tenerlo per qualche secondo in verticale verso il basso. Se cade lentamente senza sfaldarsi subito è pronto, altrimenti aggiungete ancora del parmigiano o in alternativa del pangrattato, ma non troppo altrimenti le polpette diventeranno troppo dure.

Con le mani formate le polpette, ruotando  fra i palmi delle mani e adagiatele su di un tagliere. Nel frattempo in un tegame dai bordi alti mettete qualche cucchiaio di olio evo, aggiungete l’aglio e fate rosolare, aggiungete un pizzico di sale. Lasciate dorare ( se volete levate l’aglio)  quindi aggiungete la polpa di pomodoro, aggiustate di sale e pepe, e fate cuocere per qualche minuto, quindi mettete dentro le polpette e coprite con il coperchio.

Lasciate cuocere a fuoco basso per una ventina di minuti. Se a fine cottura il sugo dovesse risultare troppo liquido, lasciate cuocere ancora per qualche minuto senza coperchio.

Passate il  tutto in una teglia da portata e aggiungete della barrata, o formaggio filante, infrante e lasciate cucinare con il grill a 250° per qualche minuto e al momento di servire aggiungete delle foglioline di basilico fresco.

Potete sostituire l’agio con una cipolla tagliata sottilmente, da lasciare dorare e cucinare prima di aggiungere il pomodoro. Potete anche friggere la polpette, precedentemente infarinate, e poi successivamente aggiungerle alla salsa di pomodoro cotta a parte.

Le varianti sono molteplici, come sempre largo alla fantasia. Se poi le accompagnate con un piatto di spaghetti farete felici tutti!

 

 

Tags
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Close