GiudiziariaPrimo Piano

Resta in carcere l’aggressore dell’ispettore Licari

Il gip ha disposto la convalida del fermo con il reato di lesioni personali gravissime

È stato convalidato il fermo per Orazio Di Grazia, il 22enne accusato dell’aggressione all’ispettore dei vigili urbani, Luigi Licari. Così ha deciso il Gip Daniela Monaco Crea, derubricando però il reato da tentativo di omicidio a lesioni personali gravissime.

L’aggressione è avvenuta il 3 settembre scorso in via del Rotolo, perchè Licari avrebbe negato a Di Grazia di passare da una zona chiusa al traffico. A quel punto la “vendetta” del giovane che sarebbe tornato con degli amici e avrebbe colpito l’ispettore con un casco.

Il ragazzo, dopo essere stato fermato, avrebbe confessato tutto, affermando però di aver colpito il vigile, non con un casco ma con una semplice manata.

Intanto, l’ispettore Licari rimane in coma e le sue condizioni rimangono stazionarie.

Tutti gli articoli correlati:

FdI: Aggressione Licari, stop alla solidarietà propagandistica di Bianco
Vigile aggredito: la Procura apre inchiesta per tentato omicidio
Vigile aggredito: sommossa dei colleghi
Aggressione ispettore Polizia Municipale: le parole del sindaco Bianco
Aggressione all’Ispettore Licari, consiglio comunale promuove manifestazione solidale

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Close