LifeStyleTecnologia

Virus informatici: un portale aiuta a combattere il ransomware

Se il vostro dispositivo viene bloccato o ne vengono cifrati i dati con richiesta di soldi per riottenerne il controllo e lo sblocco dei file criptati, avete un malware, il ransomware. Ma da oggi se ne può uscire senza sottostare al ricatto di criminali informatici

La Polizia di Stato insieme a numerosi partners europei, tra i quali Europol, Eurojust e la Commissione Europea ha realizzato un progetto per combattere il fenomeno del ransomware a livello globale.
Attraverso il portale online, www.nomoreransom.org, disponibile in lingua inglese, olandese, francese, italiano, portoghese e russo (ma presto tradotto anche in altre lingue), i cittadini possono trovare informazioni su cosa sono i ransomware e su come proteggersi.
Gli otto tools gratuiti attualmente disponibili consentiranno ad una molteplicità di utenti di decriptare con successo i propri dispositivi senza dover sottostare al ricatto dei criminali di corrispondere cifre di denaro senza alcuna garanzia, peraltro, di rientrare in possesso dei propri dati.
Tuttavia, la sensibilizzazione resta un punto fondamentale per evitare che i ransomware abbiano la meglio.
Ecco alcune semplici misure di protezione che possono scongiurare danni irreversibili:
• avere sempre un sistema di back-up attivo in modo che l’infezione da ransomware non distrugga i dati personali per sempre;
• utilizzare efficaci software antivirus per proteggere il sistema dai ransomware;
• mantenere aggiornati tutti i software presenti sul computer;
• tenere riservate le password dei propri account per scongiurare accessi abusivi;
• non aprire gli allegati e non cliccare sui link contenuti nelle email provenienti da sconosciuti verificandone prima il nome del mittente e l’oggetto.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Articoli Correlati

Leggi Anche

Close
Close